La storia di
Simoparma

La storia di Simoparma comincia nel 1987 quando la ditta Simonazzi di Parma (Italia) ha iniziato a commerciare in Venezuela come territorio in esclusiva, coprendo il 2% del mercato venezuelano dei macchinari di confezionamento.

La quota di mercato di Simoparma è presto balzata dal 2% all’82% non appena i clienti venezuelani hanno iniziato ad apprezzare la vasta gamma di servizi tecnici efficienti e di alta qualità, dall’installazione e messa in servizio dei macchinari fino all’assistenza di produzione e alla formazione professionale, come investimento chiave. Incoraggiata dal successo delle attività post-vendita, Simoparma ha iniziato a espandersi in Ecuador, Colombia e nei mercati americani e caraibici, coadiuvata da un organico di 60 dipendenti di Simoparma Venezuela.

Nel 2001 Simoparma ha diversificato la propria attività introducendo linee di imbottigliamento. Inizialmente l’azienda acquistava linee complete da Simonazzi e le forniva in leasing ai clienti finali, realizzando fatturati pari a oltre 5–10 milioni di dollari. Successivamente ha avviato una proficua partnership con un nuovo cliente chiave, il produttore di bibite Pepsi Cola Venezuela, nella figura del suo fondatore Oswaldo Cisneros. Questa relazione commerciale strategica si è sviluppata fino a diventare una fiorente attività produttiva per la fabbricazione di linee di imbottigliamento complete, registrando fatturati di oltre 100 milioni di dollari.
Simoparma Packaging Italia continua il proprio percorso di crescita sotto la guida dei proprietari Henry Aular e Angel Lupi.